FORMATO QUADRO 60x60

MOSTRA DI PITTURA 2 dicembre 2015 / 3 gennaio 2016 - Torino nh hotel Lingotto Tech - 

In occasione della chiusura dell’anno artistico
gli artisti di “il Cavalletto” danno vita alla Mostra di Pittura intitolata
“FORMATO QUADRO 60x60”

Affiancano gli artisti i Maestri Titti Garelli e Plinio Martelli con due loro opere

dal 2 dicembre 2015 al 3 gennaio 2016
nh hotel lingotto tech – torino – via nizza 230

sabato 5 dicembre ore 18,30
cerimonia di auguri
con la partecipazione straordinaria dell’attore Franco Barbero
che leggerà pensieri, citazioni e aforismi sull’arte di personaggi famosi suggeriti dagli artisti

/



FORMATO QUADRO 60x60 PARTECIPANTI
AGAGLIATE Angela
ALBERA Carla
ARIZZIO Giuseppe
BALESTRIERI Barbara
BASILE Elisabetta
BASSINO Elsa
BETTA Angela
BOANO Marisa
BONINI Francesco
BROSIO Maria
BRUNO Daniela
BUSACCA Lucia
CAMASSA Annarita
CAMELE Teresa
CERRONE Maria Teresa
CHIAPUSIO Carla
CORBELLINI Emanuela
CRIVELLO Adriana
D’AGOSTINO Livio
D’AGOSTINO Mirella
DE BIASE WANDA
DESTEFANIS Mara
FISCHIETTI Santina
FROLA Lilia
FURINI Anna
GALLIGANI Gabriella
GALLO Luciana
GASTALDI Franco
GIUMMARRA Ester
GUARNERI Antonella
IERARDI Marisa
IUORIO Tina
LANDRINO Valeria
LO BUE Rosa Maria
MANUZIO Giulio
MEDURI Nella
MORATELLI Stefania
MONTAGNER Gina
MOSSO Mariangela
MUSSANO Franco
ODETTO Cristiana
PASSARO Amalia
PICCIONI Vittoria
PIGNATA Maria Chiara
ROSSI Ambretta
ROSSI Maurizio
SADA Aldo
SARDO Salvatore
SCOTELLARO Rita
SCUDIERI Carla
STEFANELLI Giancarlo
TERRANOVA Anna Maria
VALENTE Ana Basilia
VIGNA Maria Luisa

Franco

Franco Barbero


/


/


/



L’ oggetto dell’arte non è riprodurre la realtà, ma creare una realtà della stessa intensità.
(Alberto Giacometti)

La creatività richiede coraggio
(Matisse)

L’artista è un ricettacolo di emozioni che vengono da ogni luogo: dal cielo, dalla terra, da un pezzo di carta, da una forma di passaggio, da una tela di ragno
(Picasso)

Creare non è un gioco un po’ frivolo. Il creatore si è impegnato in una avventura terribile, che è di assumere su di sé, fino in fondo, i pericoli che corrono le sue creature.
(Jean Genet, Diario del ladro)

I fogli bianchi sono la dismisura dell’anima / e io su questo sapore agrodolce / vorrò un giorno morire, / perché il foglio bianco è violento
(Alda Merini)

L’arte ci serve per non morire di realtà
(Nietzsche)

La pittura non è fatta per decorare gli appartamenti, è uno strumento di guerra offensiva e difensiva contro il nemico.
(Picasso)

La pittura è poesia silenziosa e la poesia è pittura che parla.
(Simonide citato da Plutarco)

Il pittore non deve dipingere quello che vede,ma quello che si vedrà.
(Paul Valery) Cattivi pensieri

Raffaello sarebbe stato il più grande pittore anche se fosse venuto al mondo senza mani. (Gotthold Ephraim Lessing)

La vera arte è dove nessuno se lo aspetta, dove nessuno ci pensa né pronuncia il suo nome. L’arte è soprattutto visione e la visione, molte volte, non ha nulla in comune con l’intelligenza né con la logica delle idee.
(Jean Dubuffet)

Adagio, umilmente, esprimere, tornare a spremere dalla terra bruta o da ciò ch’essa genera, dai suoni, dalle forme e dai colori, che sono le porte della prigione dell’anima, un’immagine di bellezza che siamo giunti a comprendere: questa è l’arte.
(Joyce)

Le parole di un pittore non sono che il suo diario. Egli non ha idee sulla pittura che non siano connesse alla storia intima della sua giornata di pittore, di quel che gli è accaduto “dentro”, mattina, pomeriggio e sera e notte; di ciò che è caduto sotto il suo occhio, della parola letta o udita, degli affetti che hanno messo in moto i suoi entusiasmi e i suoi sdegni
(Guttuso)

L’arte mi interessa molto, ma la verità mi interessa infinitamente di più... Più lavoro e più vedo diversamente... in fondo diventa sempre più sconosciuto, sempre più bello. Varrebbe per me la pena di lavorare, anche se non c’è risultato per gli altri, per la mia visione personale... la visione che ho del mondo esterno e delle persone... Penso di progredire ogni giorno. Per questo lavoro più che mai. Sono sicuro di fare ciò che non ho ancora mai fatto e che renderà superato ciò che ho fatto fino a ieri sera o stamattina. Non si torna mai indietro... È lungo il cammino. Allora tutto diventa una specie di delirio esaltante, come l’avventura più straordinaria: se partissi su una nave per paesi mai visti e incontrassi isole e abitanti sempre più imprevisti, mi farebbe esattamente lo stesso effetto. Questa avventura la vivo veramente. Allora, che ci sia un risultato o no, che importanza vuole che faccia? Che in mostra ci siano cose riuscite o mancate mi è indifferente. Visto che per me è in ogni modo un fallimento, troverei normale che gli altri non guardino neppure. Non ho niente da chiedere se non di poter continuare perdutamente.
(Giacometti)

L’opera d’arte deve risuonare.... Il colore è un mezzo per esercitare un’influenza diretta sull’anima. Il colore è il tasto, l’occhio è il martelletto, l’anima è il pianoforte con molte corde, l’artista è la mano...che sa come far entrare in vibrazione l’animo umano.
(Kandinsky)

L’artista è il confidente della natura. I fiori dialogano con lui per mezzo dell’aggraziato curvarsi dei loro steli. Ogni fiore ha per lui una parola cordiale che la natura gli rivolge. (Auguste Rodin)

L’arte non riproduce ciò che è visibile, ma rende visibile ciò che non sempre lo è.
(Paul Klee)

Chi lavora con le sue mani è un lavoratore. Chi lavora con le sue mani e la sua testa è un artigiano. Chi lavora con le sue mani e la sua testa ed il suo cuore è un artista.
(San Francesco d’Assisi)

Un bravo artista è destinato ad essere infelice nella vita: ogni volta che ha fame e apre il suo sacco, vi trova dentro solo perle.
(Hermann Hesse)

Ci sono pittori che dipingono il sole come una macchia gialla, ma ce ne sono altri che, grazie alla loro arte e intelligenza, trasformano una macchia gialla nel sole.
(Pablo Picasso)

Se non posso essere normale voglio essere un’eccezione, un artista eccezionale.
(Michel Petrucciani)

Maledetti, trafitti dalla passione, l’Amore ci sopravvive e l’Arte ci rende immortali.
(Wolfgang Goethe)

Creare è ….dare una forma al proprio destino.
(Albert Camus) L’uomo in rivolta

L’arte non consiste nel rappresentare cose nuove bensì nel rappresentare con novità
(Ugo Foscolo) Epistolario

Se potessi esprimerlo con le parole non ci sarebbe nessuna ragione per dipingerlo.
(Hopper)

LEONARDO DA VINCI
Il pittore è padrone di tutte le cose che possono cadere in pensiero all’uomo, perciocché s’egli ha desiderio di vedere bellezze che lo innamorino, egli è signore di generarle.
(Leonardo)

Dipingo ciò che non può essere fotografato, ciò che proviene dai sogni, dall’immaginazione o da un istinto inconscio. Fotografo le cose che non desidero dipingere, le cose che già possiedono una loro esistenza.
(Man Ray)

Domande come: che cosa significa questo quadro? Che cosa rappresenta? Sono possibili solo se si è incapaci di vedere un quadro nella sua verità, se si pensa macchinalmente che un’immagine molto precisa non mostri ciò che essa è con tanta precisione. Ciò equivale a credere che il sottinteso’ ( se ce n’è uno?) valga più dell’inteso. Nella mia pittura non ci sono sottointesi".
(Magritte)

L’arte non deve mai tentare di farsi popolare. Il pubblico deve cercare di diventare artistico.
(Oscar Wilde) L’anima dell’uomo sotto il socialismo

Se il mondo fosse chiaro, l’arte non esisterebbe.
Albert Camus

Quando un artista o uno scrittore si vantano di guadagnare, ci avvertono senza saperlo di aver cambiato mestiere.
( Abel Bonnard) Il denaro

L’arte è un’astrazione: spremetela dalla natura sognando di fronte ad essa e preoccupatevi più della creazione che del risultato.
(Paul Gauguin)

L’arte è la suprema manifestazione della potenza dell’uomo; è concessa a rari eletti, e innalza l’eletto a un’altezza dove l’uomo è preso da vertigine ed è difficile conservare la sanità della mente. Nell’arte, come in ogni lotta, ci sono eroi che si dedicano interamente alla loro missione, e che periscono senza raggiungere la meta.
(Lev Tolstoj

Bisogna essere un uomo vivo e un artista postumo.
(Jean Cocteau) Il gallo e l’ arlecchino

Le opere d’arte sono sempre il frutto dell’essere stati in pericolo, dell’essersi spinti, in un’esperienza, fino al limite estremo oltre il quale nessuno può andare.
(Rainer Maria Rilke)

Le opere d’arte sono di una solitudine infinita, e nulla può raggiungerle meno della critica.
(Rainer Maria Rilke)

L’arte vuol sempre irrealtà visibili.
(Jorge Luis Borges)

Se al termine di un tuo quadro tu potessi essere soddisfatto o estasiato esso sarebbe finito si sarebbe raggiunta la perfezione del Creatore. Invece l’opera non è mai finita Si è sempre in
soddisfatti anzi molte volte vorresti rifarlo e rifarlo.
Vedrai sempre l’entusiasmo e lo sconforto che hai dato in quel tratto con quel colore.
(Balzac) Il capolavoro sconosciuto

La Bellezza e l’artista
Alla bell’arte che, se dal ciel seco ciascun la porta, vince la natura quantunque se ben prema in ogni loco
(Michelangelo) Il tormento e l’estasi

Un pittore dopo aver studiato i tuoi affreschi dovrà guardarsi dal divenire legnoso, le tue sono vicine alla perfezione quale sarà la sorte del pittore che voglia spingersi oltre il tuo punto di arrivo
(Leonardo verso Michelangelo)

Ho visto cose bellissime, grazie alla diversa prospettiva suggerita dalla mia perenne insoddisfazione. E quel che mi consola ancora, è che non smetto di osservare.
(Degas)

Bisognerebbe dire ai pittori di oggi che tutto si gioca nell’atelier. Nella lentezza del suo tempo. Amo le ore trascorse a guardare la tela, a meditare davanti a essa. A contemplarla. Ore incomparabili nel loro silenzio. D’inverno, la grossa stufa borbotta. Rumori familiari dell’atelier. I pigmenti mescolati , lo strofinio del pennello sulla tela, tutto viene riassorbito dal silenzio: esso prepara all’entrata delle forme sulla tela, nel loro segreto, alle modifiche spesso appena abbozzate, che fanno fluttuare il soggetto del quadro verso qualcos’altro di illuminato, di sconosciuto.
(Baltus)

Si può esistere senza arte, ma senza di essa non si può vivere
(Oscar Wilde)

Se c’è sulla terra e fra tutti i nulla qualcosa da adorare, se esiste qualcosa di santo, di puro, di sublime, qualcosa che assecondi questo smisurato desiderio dell’infinito e del vago che chiamano anima, questa è l’arte
(Gustave Flaubert)










 

 

©2017 IL CAVALLETTO Associazione Culturale - via Torino Druento, 27/A - 10093 Savonera (TO) - Italia - C.F. / P.I. 97616820011 - Albo Associazioni Culturali di Torino